IL CASTELLO RSA
RSA IL CASTELLO

L’attività principale della nostra struttura è quella di offrire accoglienza ed assistenza ad anziani non autosufficienti, totalmente o/e parzialmente bisognosi di cure sanitarie continuative non altrimenti assistibili al proprio domicilio.


Il processo di erogazione dei nostri servizi non si esaurisce con la sola e costante produzione delle prestazioni sanitarie e sociali, ma si amplia al miglioramento dei livelli di benessere e della qualità di vita degli anziani ospitati.


Oltre alle attività sanitarie e sociali tipiche di una RSA, realizziamo interventi personalizzati in base alle caratteristiche dell’ospite e ai suoi progetti. La RSA Il Castello offre servizi su misura per l’ospite da pensare e realizzare su indicazione anche del medico di famiglia o del geriatra della struttura, in accordo con l’ospite e/o i suoi familiari o rappresentante legale.

Siamo in grado di garantire, su richiesta, assistenza infermieristica anche notturna, servizi di fisioterapia personalizzati, servizi particolari studiati in base alle necessità dell’ospite, formazione del caregiver quando è previsto un rientro a domicilio, ricoveri post ospedalieri.

La RSA Il Castello è inserita nel centro di Montelupo, questo consente agli ospiti di partecipare alla vita del paese: dall’andare al mercato, al prendere il gelato all’andare al cinema. Grazie anche al coinvolgimento dei volontari si crea e si rafforza il legame con il territorio e con la comunità.

Pur non avendo un nucleo Alzheimer, il numero degli ospiti affetti da questa patologia è in continua crescita per ciò la struttura cerca di rispondere ai loro bisogni con la realizzazione di varie attività ricreative, di manipolazione e di relazione orientate al contenimento dei disturbi comportamentali.

Uno dei progetti più importanti è “Time Slips”, un laboratorio di narrazione creativa che mira a valorizzare le capacità residue degli ospiti, come l’immaginazione, potenziandone l’autostima e rafforzandone il ruolo sociale ed aiutandoci a relazionarsi con loro e a capire come vedono il mondo.
 

Share by: